Le attrezzature in pressione sono state oggetto di normative diverse da un Paese all’altro della Comunità Europea. L’entrata in vigore della Direttiva PED ha di fatto introdotto una regolamentazione armonizzata per la progettazione, la fabbricazione e la valutazione di conformità delle apparecchiature circolanti tra gli Stati Membri Europei.
La Direttiva 2014/68/UE (PED) relativa al controllo dei rischi ed alla sicurezza per le apparecchiature in pressione, prevede la conformità a requisiti essenziali di sicurezza di tutti gli impianti (insiemi) e delle singole attrezzature che operano ad una pressione massima ammissibile superiore a 0,5 bar relativi (es. caldaie, recipienti a pressione, tubazioni ed accessori) immessi sul mercato europeo.

Tutte le norme armonizzate alla direttiva PED (es. EN 13445 per recipienti a pressione senza fiamma, EN 12952 per caldaie a tubi d’acqua, EN 12953 per caldaie a tubi di fumo, EN 13480 per tubazioni) od altre specifiche tecniche (es. codici nazionali aggiornati come AD 2000 Merkblatt), consentono di ottenere un grado di sicurezza equivalente contro il rischio pressione e devono coprire in modo coerente tutti gli aspetti della progettazione, fabbricazione e collaudo.

XEFRACERT supporta le Aziende nei seguenti campi

  • Acquisto di nuovi apparecchi a pressione ed assistenza per la definizione della documentazione tecnica e per la richiesta delle certificazioni.
  • Riclassificazione delle attrezzature precedenti al 30/05/2002 secondo le categorie PED.
  • Congruenza fra le nuove norme e i metodi classici Ispesl, tuttora necessari in determinati ambiti.
  • Assistenza con gli Organismi Notificati, l’INAIL e le ASL, ai fini della messa in servizio degli impianti e delle verifiche periodiche.
  • Stesura della relazione tecnica con schemi di impianto (PFD e P&ID) recanti le misure di sicurezza, protezione e controllo adottate,ed analisi del “rischio residuo”
  • Dimensionamento dei dispositivi di sicurezza valutando tutti i possibili scenari incidentali e scegliendo il “worst case scenario”. Siamo in grado di dimensionare:
    – Valvole di sicurezza
    – Valvole di non ritorno
    – Dischi a rottura prestabilita