La data ormai prossima del 20 aprile 2016 segna il momento a partire dal quale saranno applicabili in tutta l’Unione europea una serie di nuove Direttive che integrano e completano – per lo stesso “prodotto” – il processo di adeguamento al modello legislativo imposto dalla decisione 768/2008/CE e dal regolamento 765/2008/CE in materia di accreditamento e vigilanza sul mercato ed alle frontiere, già fatto proprio dalle direttive e dai regolamenti europei di ultima generazione.

Ne deriva l’urgente necessità per “fabbricanti”, “importatori”, “distributori” di conoscere e confrontarsi con il quadro aggiornato degli obblighi, dei diritti e delle responsabilità – civili, amministrative e penali – applicabili a “fabbricanti” ed agli “importatori” e “rappresentanti autorizzati”.  Sarà inoltre esaminato il nuovo quadro legislativo delineato dal legislatore europeo in materia di obblighi e responsabilità dei “distributori”.

Si tratta, in particolare, di un pacchetto di nuove direttive tra cui la Direttiva 2014/35/UE sul “materiale elettrico destinato ad essere adoperato entro taluni limiti di tensione”, della Direttiva 2014/34/UE sugli “apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva” e della Direttiva 2014/30/UE sulla “compatibilità elettromagnetica”.

Tutte queste Direttive, infatti, sono destinate ad interagire in vario modo – e per diversi aspetti legali, tecnici e documentali – sul processo di marcatura del prodotto, determinando l’abrogazione entro il 19-04-2016 delle precedenti direttive.

Da qui deriva, pertanto, contrariamente a quanto può risultare da informazioni tuttora spesso diffuse in modo superficiale e fuorviante anche in ambienti tecnico-consulenziale, una ricaduta importante in termini di obblighi e responsabilità per fabbricanti, importatori e distributori sia di “macchine” che di apparecchiature, sistemi e materiali elettrici, con conseguenze anche su tutti gli utilizzatori di queste “attrezzature” nei luoghi di lavoro.

In particolare il 29 febbraio 2014 sulla Gazzetta ufficiale L96 dell’Unione europea sono state pubblicate otto nuove direttive tra cui:

 

La Nuova Direttiva 2014/35/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato del materiale elettrico destinato a essere adoperato entro taluni limiti di tensione (rifusione). (Testo rilevante ai fini del SEE)

Articolo 27 Abrogazione

La direttiva 2006/95/CE è abrogata a decorrere dal 20 aprile 2016, fatti salvi gli obblighi degli Stati membri relativi ai termini di recepimento nel diritto interno e di applicazione delle direttive di cui all’allegato V.

I riferimenti alla direttiva abrogata si intendono fatti alla presente direttiva e si leggono secondo la tavola di concordanza di cui all’allegato VI.

Articolo 28 Entrata in vigore

La presente direttiva entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

L’articolo 1, l’articolo 3, secondo comma, l’articolo 5, l’articolo 13, paragrafi 2 e 3, e gli allegati I, V e VI si applicano a decorrere dal 20 aprile 2016. (30 Marzo 2014)

 

La Nuova Direttiva 2014/34/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli stati membri relative agli apparecchi e sistemi di protezione destinati a essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva (rifusione). (Testo rilevante ai fini del SEE).

Articolo 43 – Abrogazione

La direttiva 94/9/CE, modificata dal regolamento di cui all’allegato XI, parte A, è abrogata con effetto decorrente dal 20 aprile 2016, fatti salvi gli obblighi degli Stati membri relativi ai termini di recepimento nel diritto interno e le date di applicazione della direttiva indicati nell’allegato XI, parte B. I riferimenti alla direttiva abrogata si intendono fatti alla presente direttiva e vanno letti secondo la tavola di concordanza di cui all’allegato XII.

Articolo 44 Entrata in vigore e applicazione

La presente direttiva entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. (30 Marzo 2014)

 

La Nuova Direttiva 2014/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilità elettromagnetica (rifusione). (Testo rilevante ai fini del SEE)

Articolo 45 – Abrogazione

La direttiva 2004/108/CE è abrogata a decorrere dal 20 aprile 2016, fatti salvi gli obblighi degli Stati membri relativi ai termini di recepimento nel diritto interno e alla data di applicazione di tale direttiva di cui all’allegato V.

I riferimenti alla direttiva abrogata si intendono fatti alla presente direttiva e si leggono secondo la tavola di concordanza di cui all’allegato VI.

Articolo 46 – Entrata in vigore e applicazione

La presente direttiva entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. (30 Marzo 2014)

 

Da una lettura superficiale delle nuove direttive basate sulla tabella di concordanza e sulla lettura dell’Allegato I (per la direttiva LVD e per la direttiva EMC) e dell’Allegato II (per la direttiva ATEX) si potrebbe giungere all’errata conclusione che le nuove direttive non determinino stravolgimenti sostanziali ai contenuti tecnici rispetto alle precedenti direttive.

Nella realtà le nuove direttive introducono novità sostanziali relativamente a diversi aspetti che, come riportato in modo esplicito nel considerando nr.1 delle rispettive direttive, “ai fini di chiarezza, è stato opportuno procedere alla rifusione delle precedenti direttive”.

 

Per approfondimenti contattaci a info@www.xefracert.com